martedì 26 maggio 2020

Università dematerializzate: i morsanesi del futuro studieranno solo online?

Il dibattito è partitio già da diversi anni: le università spariranno?

Quantomeno quelle fatte di mattoni e lezioni tenute in classe con esami fatti davanti ad un professore di persona. Esistono da decenni i corsi a distanza ma la tecnologia ha rafforzato le offerte online e le possibilità di seguire corsi, confrontarsi con altri studenti e con professori. La pandemia di COVID19 ha democraticizzato i corsi online rendendoli conosciuti a tutti. Oggi si possono fare corsi di prestigiose università di livello mondiale stando seduti nella propria scrivania di Morsano di Strada e il limite è solo la connessione ed i costi del corso. Non serve prendere aerei, non serve svenarsi per un affitto in centro a Londra o Boston.

Che l'epoca delle università minori e senza corsi di prestigio sia finita?

I morsanesi del futuro, si laureeranno ad Harvard senza muoversi da piazza San Pellegrino?




giovedì 30 aprile 2020

Giovani e Covid: i ragazzi Morsanesi ci stupiranno con qualche iniziativa solidale (e digitale)?

Gli under 29 nel mondo ci hanno rassicurato: sono loro che hanno dimestichezza più di ogni altra classe generazionale con i social media, con gli ultimi ritrovati della tecnologia digitale e con le ultime modalità di fare attività economica e sociale utilizzando a pieno i segreti della trasformazione digitale.

Ne sono testimonianza le varie raccolte fondi a favore di ospedali ed enti caritatevoli in occasione della crisi del Coronavirus: con piattaforme online di raccolta hanno stupito i più anziani, fermi ancora alle pur lodevoli lotterie e tombolate di beneficenza che al massimo raccolgono poche migliaia di euro ed hanno una portata moltolocale. Invece molti studenti sui ventanni hanno capito che il web può avere un respiro globale o quantomeno più importante della semplice dimensione paesana. Sono nate così diverse iniziative che hanno fatto raccogliere fondi per le mascherine e per materiale di protezione del personale sanitario un po' ovunque in Italia (inclusi gli oltre 22mila euro raccolti per l'ospedale di Palmanova su iniziativa di un assessore comunale del gruppo Forum Giovani di Palmanova sulla piattaforma GoFundMe). Ma queste iniziative "giovani" sono un po' ovunque: Una raccolta fondi "giovane" per l'Ospedale di Circolo, Raccolta fondi per l’ospedale di Avezzano: i giovani di Trasacco insieme per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, Raccolta fondi per l'ospedale di Patti: giovani in campo, ecc.

Ci sono poi gli esempi di idee nuove, come ad esempio il finanziare un libro sulla quarantena come dei moderni Boccaccio (Quarantena - A digital Decameron) con una piattaforma digitale dando poi la possibilità a chi lo finanzia di aiutare un banco alimentare.


Un ragazzo ha anche deciso di utilizzare una stampante 3D per produrre visiere da regalare al personale sanitario: Stampa e regala visiere per proteggersi dal Covid: l’idea di uno studente romano. Un'iniziativa che era venuta anche ad una quindicenne inglese (Boy, 15, creates visors with 3D printer so effective NHS staff) e che ne ha fatto un punto focale per la beneficenza a favore dell'NHS, il sistema sanitario britannico.

Tecnologia, fantasia, spirito di altruismo e soprattutto una dimestichezza con il mondo digitale fanno dei giovani una risorsa fondamentale per la società.

Speriamo che là fuori ci siano giovani morsanesi che cavalchino quest'onda di innovazione e speranza per un futuro fatto di persone sveglie ed al passo con i tempi.

 

Il multilinguismo al centro della formazione intellettuale delle persone, nel mondo globalizzato.


Tratto da "Liberi Oltre", il valore del multilinguismo si applica anche alla lingua friulana.

"Il multilinguismo al centro della formazione intellettuale delle persone, nel mondo globalizzato. Nel nuovo video della nostra Redazione Sardegna si affronta questo tema con focus sulla lingua sarda, ma con concetti e principi applicabili in qualsiasi altra lingua e/o territorio. Partendo da una citazione di una lettera di Gramsci, in cui incoraggia animosamente la sorella ad insegnare il sardo al figlio per arricchire e completare la sua formazione intellettuale, il video scandaglia da un punto di vista scientifico l'importanza del multilinguismo e le sue ripercussioni in termini socio-economici nel mondo globalizzato.
Quello della #linguasarda è un tema molto presente e sentito in #Sardegna. Un concetto di #multilinguismo moderno e innovativo, quello portato dal nostro ospite. Un bilinguismo che deve partire dalla nascita, in quanto l'evidenza scientifica ne dimostra i benefici che poi produce durante tutta la vita della persona, che avrà una significativamente maggiore predisposizione ad imparare qualsiasi altra lingua in qualsiasi momento. Un primo bilinguismo che dovrà necessariamente essere legato alla specificità locale, per poi evolversi negli anni della crescita. E poi la scuola, in cui il multilinguismo deve essere utilizzato come uno strumento di apprendimento, e non solo come apprendimento in sé e per sé. Una scuola dove si potrebbe apprendere, ad esempio, la storia in lingua sarda, la matematica e le scienze in inglese, la geografia in italiano e così via. Fin da subito, in modo da abituare la mente all'approccio multilingua, di cui beneficerà nel corso della sua formazione intellettuale e lavorativa, che gli permetterà, con riferimento alla lingua sarda di conoscere più in profondo la propria terra e la propria storia e così poterla promuovere o vendere in modo efficace nel mondo (ad esempio nel settore turistico ed enogastronomico), e con riferimento alle altre lingue (inglese, cinese, arabo, ad esempio) per gli altri settori dell'economia."

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune