giovedì 30 ottobre 2014

La Classifica delle aziende Morsanesi nelle quali è più difficile entrare

Un sito di analisi dell'impiego conosciuto in tutto il mondo, http://www.glassdoor.com, ha stillato la classifica mondiale dei colloqui di lavoro più brutali ("25 Companies Where The Interview Process Is Brutal"). La cosa interessante per noi è sapere che c'è un Morsanico che ha superato il colloquio in quella che oggi è classificata come 4a in questa speciale lista.
Raggiunto dal nostro blog ci ha spiegato come il processo di selezione possa durare anche sei mesi per le figure più senior e che ci sono sempre almeno cinque livelli nel colloquio inclusa una "group interview" da parte di un gruppo di manager e futuri colleghi in cui il candidato è scandagliato da più punti di vista. Segue una presentazione da fare al gruppo su un tema deciso a priori e la redazione scritta (in inglese corretto) di un documento su un tema specifico.

Insomma, la famosa domanda al colloquio di Google "quanti singoli M&Ms vengono mangiati ogni giorno nel mondo" è roba per principianti.

Sarebbe bello avere una classifica delle aziende Morsanesi dove è più difficile entrare o in particolare dove il colloquio è più impegnativo o semplicemente più brutale... orco boe!







lunedì 27 ottobre 2014

Idea Morsanica: Morsano Smart City con il codice QR sui cartelli

Nulla di trascendentale e qualcosa di già fatto altrove, comunque sarebbe interessante avere i codici QR nei cartelli paesani. Soprattutto per quelli turistici sulle bellezze naturalistiche come il biotopo o storiche come le chiese.

I codici QR attiverebbero delle informazioni sugli smartphone degli utenti.

L'esperienza, tra gli altri, è in corso a Tavagnacco.

Corsi di Programmazione per Bambini: il primo #CoderDojo della regione Friuli Venezia Giulia

Nel post di lunedì 28 aprile 2014 "Idee Morsaniche: Corsi di programmazione per bambini e ragazzi" s'era auspicato che qui in zona ci fossero dei corsi di programmazione per bambini. Ben s'intende, non programmazione complessa bensì sollecitare la creatività e curiosità dei bambini per capire da dove arrivano i giochi elettronici e come si può creare dei comandi usando la logica. Magari creando un gioco semplice per il tablet.

Detto fatto!

Il gruppo di volontari di coderdojofvg.it ha organizzato il primo CoderDojo della regione Friuli Venezia Giulia domenica 26 ottobre 2014.

CoderDojo nasce dall'unione della parola inglese "Coder", ovvero colui che produce codice, che programma, e "Dojo" che in giapponese significa palestra. CoderDojo è dunque una palestra di programmazione.

Se interessati...

ISCRIVITI  http://coderdojofvg.it/iscriviti

(PS è gratis!)

Spritz County: hanno abolito le province o la democrazia diretta? (visto che le cadreghe restano)

Più o meno...
La rete d'informazione morsanica è più efficente della STASI e del KGB, tanto che in un post di cinque anni fa (12 luglio 2009 - Il sindaco di Castions sará presidente della provincia di Udine?) si era già illustrato quello che poi sta accadendo oggi nel 2014: le province saranno rette da assemblee di amministratori comunali.

Il disegno politico di cui sopra era in discussione da anni e sotto negoziazione tra almeno i partiti più grandi da mò. Nessuna sorpresa dunque.

Tuttavia, in bar s'è scatenato il dibattito feroce. 

L'altro ieri si son svolte quella sotto-specie di "elezioni" per la Provincia di Pordenone: una sorta di conclave di sindaci e consiglieri comunali che decideranno chi andrà a formare il consiglio di secondo livello, già consiglio provinciale. 

Così il dibattito s'è scatenato tra...

- chi ritiene che ne valga la pena perchè si risparmiano i soldi delle elezioni provinciali 

- e chi ritiene che di solito le elezioni provinciali avvengono in occasione di altre tornate elettorali per cui si risparmia ben poco, inoltre, se mandi avanti sindaci e consiglieri comunali, fondamentalmente sono le segreterie di partito e gli accordi sottobanco a decidere tutto. E i cittadini? Beh, non dovranno neppure rompersi le scatole ad andare a votare! Che culo! Inoltre gli apparati burocratici delle province son rimasti tutti li, neppure un licenziamento o un trasferimento di personale ad esempio ai tribunali, che son sotto organico. 

...e il dibattito continua

sabato 25 ottobre 2014

Idea Morsanica: come farsi le vacanze spendendo poco


Si chiama Scambio Casa e permette di andare in vacanza all'estero ospitati a casa di qualcuno con il quale fare uno scambio di casa: loro vi ospitano a casa loro e voi li ospitate a casa vostra. 

Basta registrarsi sul sito (www.scambiocasa.com) e cercare il posto dove si vuole passare una vacanza a contenendo il budget. 

venerdì 24 ottobre 2014

Motiva il Friulano: Potere



Per motivarsi é importante avere delle immagini forti che ti diano la carica! La carica di ottimismo Tipicamente Friulano!

giovedì 23 ottobre 2014

Motiva il Friulano: Successo


Per motivarsi é importante avere delle immagini forti che ti diano la carica! La carica di ottimismo Tipicamente Friulano!

mercoledì 22 ottobre 2014

CAFON: "CE LO CHIEDE L'EUROPA" é il DITO ma le spesa della UE son la LUNA (che chissá perché si fa finta di non vedere)


Dai giornali di oggi: "Legge di stabilità, ecco la lettera Ue all’Italia: “Chiarimenti su deficit, coperture e riforme”. Renzi: “2 miliardi? Possiamo metterli domani”. Napolitano firma il testo della manovra. E arrivano i rilievi tecnici della Commissione. Barroso contro il ministero dell’Economia: «Quel testo non doveva essere pubblicato». Il premier lo gela: «Stupito. Ora pubblicheremo i dati delle spese Ue, sarà divertente»

La lettera é confidenziale (per questo la si trova ovunque) ed arriva dal Commissario europeo per gli affari economici e monetari, Jyrki Katainen.

Il CAFON ne ha discusso a lungo tra un tramezzino e uno spritz in quel del bar sport di piazzetta degli affari morsanici altrimenti nota come piazza San Bitter. Quello che fa specie é il dito e non la luna che come al solito finisce sotto la lente dell'opinione pubblica italiana.

Dunque, la lettera finita nel pubblico dominio ha fatto inalberare "L'EUROPA". E fin qui ci sta. Poi peró la risposta del premier italiano lascia tutti perplessi, e di questo s'é discusso in bar.


Ecco, la perplessità nasce dal fatto che si capisce che Renzi e il suo governo evidentemente SANNO di spese non consone da parte dell'Europa e fino ad oggi non hanno ritenuto di dire nulla al riguardo. Spese pazze? Le vedono, le conoscono, le possono elencare ... ma non fanno nulla. Non una lettera pubblica elencando le spese ed invitando L'EUROPA a tagliarle in maniera precisa per rispetto delle tasche dei contribuenti, né si attivano per far conoscere ai cittadini italiani come vengano (evidentemente) sprecati alcuni dei loro soldi da parte delle istituzioni europee. 

Il fatto che il governo italiano usi la lista degli sprechi de L'EUROPA solo per le battute ad effetto mediatico ma non si attivi per far qualcosa in merito a queste presunti sprechi, lascia il BAR di Morsano perplesso.

"Voi Italiani avete pubblicato la lettera!" "Ora pubblicheremo i dati delle spese Ue, sarà divertente" é davvero una battuta fichissima! Wow! Che MITO della comunicazione.

Anzi, Che DITO!

Poi pero' arriva la LUNA... ebbene, perché il governo italiano non ha mai pubblicato questo elenco di presunte spese incongruenti con gli scopi de L'EUROPA? E soprattutto, perché passata questa notizia continuerá a non pubblicare questa lista???


martedì 21 ottobre 2014

Motiva il Friulano: Potenziale




Per motivarsi é importante avere delle immagini forti che ti diano la carica! La carica di ottimismo Tipicamente Friulano!

lunedì 20 ottobre 2014

Motiva il Friulano: Scoperta



Per motivarsi é importante avere delle immagini forti che ti diano la carica! La carica di ottimismo Tipicamente Friulano!

domenica 19 ottobre 2014

Motiva il Friulano: Cambiamento


Per motivarsi é importante avere delle immagini forti che ti diano la carica! La carica di ottimismo Tipicamente Friulano!

venerdì 17 ottobre 2014

What's up Morsan? Trustafarian

Rasta e avanza

Ricco sfondato ma fa il povero "alternativo".

Questa, in parole povere la definizione di "trustafarian", comunemente usato nel mondo anglosassone per indicare i rampolli di grosse famiglie che hanno una barca di soldi nelle fondazioni o in fondi appositamente creati per gestire le ricchezze di famiglia, i "trust". Rampolli che però si fan i capelli rasta e fan vita da alternativi. Il punto è che ogni mese vanno a prelevare soldi dal "trust" mentre fanno i "rastafarian", da cui appunto "trust-afarian".


=========

giovedì 16 ottobre 2014

Neologismi Morsanici: Benpensantismo

Sentita al bar la parola "benpensantismo" è subito diventata una cosa comune nel vocabolario morsanico...

Si tratta della manifestazione della mentalità e di quell'atteggiamento dei "benpensanti" che si basa su uno strenuo conformismo ideologico e morale.

Spesso definito anche "perbenismo" la cui manifestazione è il "perbenista"

Vedi 

Il benpensantismo sterile - Il Fatto Quotidiano

mercoledì 15 ottobre 2014

Morsano di Strada, frazione del comune di Stradalta

Nel post del 19 luglio scorso ci si era chiesti "I Comuni di meno di 5000 abitanti hanno gli anni contati?".

Il CAFON ci aveva avvertito che nella relazione del commissario per i Tagli alla Spesa Pubblica, altrimenti chiamato "Commissario alla Spending Review" c'é un bel capitoletto dedicato ai comuni sotto i 5.000 abitanti. La relazione peró non é stata resa pubblica dal governo Renzi-Alfano. Chissá perché poi...

Nel dicembre 2013 ci si era chiesti "Spritz Debate: Il Federalismo deve partire dai Comuni?" e per farlo la proposta era di lasciare libera la competizione fiscale e di servizi offerti tra i comuni affinche' ci fosse una spinta poi autonoma all'aggregazione.

Se le aggregazioni vengono forzate dall'alto creano piu' atriti che benefici.

Ad ogni modo, oggi, 15 ottobre 2014, il Corriere titola cosí:

La scure di Cottarelli sui Comuni «8mila sono troppi, ridurli»

Così il commissario alla Spending review in audizione alla commissione sull’anagrafe tributaria: «Premiare quelli che si mettono assieme»


Vedremo come finisce.


"Cottarelli ha fatto un ottimo lavoro". Cit. Moretti (Pd)


martedì 14 ottobre 2014

Numeri utili: Compensi dei Consiglieri delle Partecipate della Regione Friuli Venezia Giulia (2014)

I Compensi dei Consiglieri delle Partecipate della Regione Friuli Venezia Giulia (2014) sono visibili nella tabella qui pubblicata: https://www.scribd.com/doc/242926366/Pic-Compensi

La cosa bella e' confrontare i compensi con quelli dell'anno prima "Pubblicati i compensi 2013 degli amministratori delle partecipate".

E con quelli del 2012: "Gli stipendi dei manager Fvg 2012"

Si possono vedere degli aumenti medi dal 2012 al 2104. Sono stati imposti dei limiti agli stipendi massimi (che per altro prendevano solo in pochissimi) ma a occhio sembrerebbe che i compensi medi siano saliti un po' per tutti.

Ad aver tempo sarebbe da calcolare le remunerazioni totali cumulate di tutte le partecipate e verificare il trend.

Diversi consiglieri / amministratori son nomi conosciuti in paese.


giovedì 9 ottobre 2014

What's up Morsan? Numero Uno

In inglese si usano anche delle espressioni italiane. Naturalmente si tratta di un inglese forbito, come quello utilizzato dai morsanici internazionali. L'espressione di oggi è "Numero Uno" che in inglese si usa come rafforzativo per il concetto che qualcosa o qualcuno è appunto il "numero uno" in qualcosa. Si usa generalmente con una sottile vena sarcastica, sebbene non necessariamente.

Esempi:

Russian nationalism has seen a dramatic rise in the last few years, cultivated by Russian nationalist numero uno President Vladimir Putin, who has used this to distract Russians from their sinking economy and his tightening authoritarianism.

The company is numero uno in computer technology.

Pare sia in uso dagli anni Sessanta per cui non è detto che sia comunemente conusciuto a tutti gli anglosassoni. Ma tant'è che esiste. 

mercoledì 8 ottobre 2014

Numeri Utili: Italiani che emigrano all'estero (2013)

Numeri tratti da "IX Rapporto Italiani nel Mondo 2014 della Fondazione Migrantes - Fuga all’estero per lavoro, gli emigrati italiani sono il doppio degli stranieri che arrivano":
  • Nel mondo sono 4.482.115 i connazionali residenti all’estero iscritti all’Aire al primo gennaio 2014. 
  • L’aumento in assoluto dei cittadini italiani iscritti all’Aire è di 141 mila nel corso del 2013, il 3,1% in più rispetto al 2012. 
  • Lungo il corso del 2013 si sono trasferiti all’estero 94.126 italiani - nel 2012 sono stati 78.941 - con un saldo positivo di oltre 15 mila partenze (+16,1%). 
  • La cifra ha superato i flussi dei lavoratori stranieri immigrati in Italia, che sono ogni anno circa la metà di questa cifra, precisamente 43 mila nel 2010.  
  • La classe di età più rappresentata è quella dei 18-34 anni (36,2%), a seguire quella dei 35-49 anni (26,8%), a riprova di quanto evidentemente la recessione economica e la disoccupazione siano le effettive cause che spingono a partire.
  • Per la maggior parte uomini sia nel 2013 (56,3%) che nel 2012 (56,2%), non sposati nel 60% dei casi e coniugati nel 34,3%. 
  • I minori sono il 18,8% e di questi il 12,1% ha meno di 10 anni. 
  • L’Argentina (725 mila nostri connazionali iscritti all’AIRE) è il primo Paese di residenza, seguita da Germania (665 mila), Svizzera (570 mila) e Francia. 
  • Quasi 95mila nel 2013, poco meno di 80mila nel 2012 gli italiani emigrati ufficialmente  all’estero (restano fuori quelli che non si iscrivono all'Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero - AIRE)
  • In base al numero di nuovi iscritti AIRE:
  1. Il Regno Unito, con 12.933 nuovi iscritti all’inizio del 2014, è il primo Paese verso cui si sono diretti i recenti migranti italiani, con una crescita del 71,5% rispetto all’anno precedente.
  2. la Germania (11.731, +11,5%)
  3. la Svizzera (10.300, +15,7%)
  4. la Francia (8.402, +19,0%). 
  • In termini regionali: la Lombardia con 16.418 partenze è la prima in classifica seguita dal Veneto (8.743) e dal Lazio (8.211).
  • Il 52,1% degli italiani iscritti all’Aire è di origine meridionale.
  • I minori iscritti all’Aire al primo gennaio 2014 sono 691.222, in lieve calo rispetto all’anno precedente (673.489), ma se il numero dei minori continua a decrescere, è in aumento quello delle iscrizioni per nascita: si passa, infatti, dal 38,8% dell’anno passato al 39% di quest’anno. 
  • Sono in aumento gli over 65, 878.209 (+0,8% dal 2010) e la maggior parte risiede in Sud America. 

Le Slides di Matteo Renzi per gli Economisti a Londra

Le potete scaricare qui: passodopopasso.italia.it. Sono in formato pdf.

Famo, vedemo...





Misteri della Fede: Perchè in Austria ti pagano invece a Udine devi pagare TU?


In Austria per sentire i cori l'ingresso era a pagamento. A Udine, ci dicono il concerto era gratuito per gli spettatori. 

Non solo, verosimilmente ipotizziamo gli organizzatori abbiano pagato per il noleggio della sala (nella fattispecie una chiesa). 

Perchè l'Austria è così diversa?

Misteri della fede. 

martedì 7 ottobre 2014

Per i Morsanici Complottisti... un po' ovunque cambiano le regole sui risparmi per l'età della pensione

Con interessante coincidenza, il premier italiano Matteo Renzi annuncia che il TFR finirà in busta paga per cui starà a te come individuo pensare al risparmio per quando finirai di lavorare. Allo stesso tempo, il governo britannico di David Cameron ha annunciato un cambio epocale nelle pensioni oltremanica: mentre fino ad ora era proibito dalla legge prelevare l'intera somma del fondo pensione se non il 25% al compimento del 55° anno, da aprile 2015 si potrà prelevare l'intera somma dal compimento della stessa età.

In pratica, con una visione filosofica apparentemente libertaria di entrambi i premier, lo Stato si sgrava dal dovere morale di proteggere quei cittadini tentati dallo spendere tutti i loro soldi destinati al periodo della loro vita in cui non lavoreranno più.

Il prossimo passo è quello di dire a tutti che la responsabilità delle loro vite è solo loro.

Avremo più poveri sotto i ponti (cioè quelli che si spenderanno tutti i risparmi destinati all'età pensionabile)? ma al di là di questo, fa specie la coincidenza di queste prese di posizione tra premier di stati diversi (e non abbiamo verificato gli altri paesi europei).

Che sia opera der Bilderberg & affini?

GOMBLOTTO!!!

 

Numeri Utili: Retribuzione in base al titolo di studio (2013)

I dati sono contenuti nell'articolo di Repubblica: "Laurearsi fa guadagnare 10mila euro in più.  Italia divisa tra Nord e Sud, privato e pubblico"




Morale della favola: le lauree rendono ma i master rendono più di tutto (anche dei dottorati di ricerca). Le università di fatto sono diverse e quelle private sono in testa in termini di salari dopo la laurea.

Scarica qui la versione completa del report

lunedì 6 ottobre 2014

Neologismi Morsanici: Giapponesizzazione (dell'economia)

In bar ci si chiedeva se la Giapponesizzazione
fosse solo una fantasia degli economisti.
Pare invece sia una fantasia diffusa.
Il termine usato oggi in bar è stato "giapponesizzazione" e per questo ne parliamo. 

Quei quattro che vedono il mondo da prospettive ampie da un po' temono che l'Italia e l'Europa occidentale siano su un piano inclinato verso la stessa situazione del Giappone. Il Giappone, dopo gli sfarzi e la crescita boom degli anni Ottanta, è scivolato in una spirale di età media molto alta, fertilità azzerata, debito pubblico (per lo più in mano alle nonne giapponesi e non agli stranieri) che ha superato il 200%, crescita economica zero e deflazione, cioè, prezzi che decrescono. Gli economisti su piazza internazionale la chiamarono "lost decade", i dieci anni persi del Giappone, che lungo tutti gli anni Novanta si è impatanato nella situazione descritta qui sopra. Ora nel paese nipponico siamo oltre la decade e non si vede futura uscita perchè la popolazione continua ad invecchiare, figli non se ne fanno, il debito pubblico continua a crescere (anche per la spesa sanitaria per gli anziani), l'economia non solo non riparte ma neppure cresce e i consumi son fermi. Neppure la tanto decantata "Abenomics" ha fatto miracoli.

La domanda che serpeggia tra i banchi dei bar morsanesi è se l'Italia (e parte dell'Europa) siano scivolate da tempo nella loro "lost decade" e tutti facciano finta di non accorgersene.

Chi ha una calcolatrice in mano e non una tessera di partito, sa che l'IVA è a rischio di ulteriore aumento dal 2016 così come le tasse non solo non saranno tagliate ma ci saranno graduali aumenti per far contro alla crescente spesa pubblica che nessuno vuole tagliare in maniera sostanziale. Anzi.

Il commissario per i tagli, Cottarelli è scomparso dalle cronache, così come le sue ricette: doveva stare in carica tre anni ma pian piano il suo ruolo è stato fatto glissare. D'altronde l'attuale governo non ha neppure reso pubbliche le carte del report Cottarelli... (vedi "Cottarelli, il revisore secchione scaricato da Renzi").

A Morsano si è cinici abbastanza da sapere che lo scopo della politica nazionale sono gli obiettivi di breve termine di pochi a scapito del lungo termine di tutti. Un esempio è stato il concentrarsi sul taglio dell'ICI, che mette due spiccioli immediatamente nelle tasche di 40 milioni di elettori, piuttosto che nell'abolire l'IRAP (ex imposta rapina ora meglio nota come tassa sulle perdite) che nell'immediato interesserebbe solo 4/5 milioni di elettori però nel futuro avrebbe effetti positivi per tutta l'economia e quindi strutturalmente per tutto il Paese. E vabbeh, andiamo avanti così, facciamoci del male.

La morale è che Morsano (e la nazione circostante) è già entrata nella fase 1 di Giapponesizzazione: il numero di ultra 65 enni ha superando il numero di under 15, il numero di imprese create meno le imprese che cessano l'attività è negativo, il tasso di natalità è statico, l'economia è percettibilmente ferma. 

Presto o tardi, assime allo spritz, in piazza San Pellegrino, ci serviranno del Sushi (fatto con le sardelle surgelate però). 

========================
Vedi 

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune