venerdì 26 giugno 2015

Iniziativa interessanti per chi ha interesse per la Storia della Grande Guerra sul Carso

Si segnala questa iniziativa per domenica 28 giugno 2015:


Continuano le "Escursioni Grande Guerra" organizzati dalla Provincia di Gorizia con la collaborazione di APT e Pro-Loco di Fogliano Redipuglia per avvicinare i cittadini ai luoghi della memoria in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale.

Il quinto appuntamento è previsto per domenica 28  giugno con un itinerario che ricarla il percorso standard di Carso 2014. Come di consueto, la partenza è alle ore 9 dal piazzale antistante la stazione di Fogliano -Redipuglia, stavolta con l'accompagnamento del signor Fabio Denitto, socio del Gruppo Speleologico Carsico che gestisce il Museo della Grande Guerra di San Martino del Carso e del signor Giorgio Cian , guida dell'Associazione "Sentieri di Pace" di Fogliano.

Il bus costeggierà il fiume Isonzo fino a Rubbia per far conoscere le zone dei primi attacchi verso il San Michele, si dirigerà poi verso il vallone di Gorizia conquistato nell'agosto del 1915 e successivamente verso il paese di San Martino del Carso.

Qui i partecipanti saranno guidati alla visita del Museo della Grande Guerra che attualmente ospita la mostra dell'Albero Storto , fatta in collaborazione con il museo di Timisoara. Dopo una breve visita al paese stesso , si procederà verso il  Monte San Michele di cui si visiteranno le cime 3 e 4 ( da cui venne lanciato il gas nel 29 giugno del 1916) e le trincee antistanti.

Dal piazzale verranno illustrate le varie fasi della presa di Gorizia nell'agosto del 15. E' prevista pure una rapida visita al museo dell'Esercito ivi situato. Al ritorno si toccheranno i paesi di Doberdò del Lago e di Selz dove sono ben visibili le trincee dei primi combattimenti per la conquista dell'Altopiano di Doberdò. 

Il rientro è previsto per le ore 12 e 30 nello stesso piazzale dell'andata .

Per ulteriori informazioni rivolgersi a:
I.A.T Informazioni Accoglienza Turistica
Via Terza Armata 37 - Redipuglia (Gorizia)
+39 0481 48 91 39 - info@prolocofoglianoredipuglia.it

venerdì 19 giugno 2015

Numeri Utili: Export Principale delle nazioni (2015)

Ve lo ricordate questo post?

martedì 11 marzo 2014

Gli Agri-Drones: vedremo mai i droni spruzzare diserbanti sui campi morsanesi?


Ebbene, notizia di oggi del Messaggero V:

Il drone made in Friuli contro il parassita del mais

Un “robottino” capace di raggiungere in volo la velocità di 70 chilometri all’ora e trattare in pochi minuti fino a cinque ettari di coltivazioni

Ne avevamo parlato un anno fa e già siamo giunti al punto. Anche se resta da capire quando passerà effettivamente anche sui nostri cieli agricoli. A spanne è questione di veramente poco.


lunedì 15 giugno 2015

Questione Immigrati: alcuni riferimenti per le discussioni al bar

In osteria non si parla d'altro:

  • Assioma: Salvini detta l'agenda politica dell'Italia mettendo al centro la questione immigrazione e sicurezza. 
  • Opinione diffusa: Vincerà a man bassa. 
  • Questione da risolvere: Come offrire una visione politica alternativa? 

In attesa di raccogliere abbastanza opinioni paesane da poter metter su un post, qui alcuni link utili:


sabato 13 giugno 2015

Numeri Utili: nazionalità dei detenuti in Italia (Maggio 2015)

I numeri:
  • Totale detenuti nelle carceri italiane: (al 31 maggio 2015) 53.283
  • Detenuti Stranieri: circa 17mila (il 32%)
  • La cittadinanza più diffusa tra i detenuti stranieri è quella rumena (16.8%) seguita da quella marocchina (16,7%) e da quella albanese (13,8%). 
  • Le prime otto nazionalità rappresentate tra i detenuti stranieri arrivano a coprire il 70% del totale dei detenuti non italiani. 
La regione con il maggior numero di detenuti stranieri è la Lombardia, con 4mila detenuti, vale a dire il 18,7% del totale dei detenuti stranieri. Seguono Piemonte e Toscana, rispettivamente con l'11,1% e il 10,0%. 

La presenza nelle carceri sembra quindi seguire indicativamente il trend demografico della popolazione straniera sul territorio italiano. 

I reati più diffusi tra i detenuti non italiani sono la produzione e lo spaccio di stupefacenti (29%), i reati contro il patrimonio (22,5%) e i reati contro la persona (18%).

Rispetto al totale dei detenuti, ovviamente gli stranieri incidono per il 95% tra coloro che hanno commesso reati contro la legge sull'immigrazione (il reato di immigrazione clandestina è stato recentemente abrogato), per il 79% tra coloro che sono stati arrestati per prostituzione, per il 44% tra coloro che spacciano e producono stupefacenti e per il 39% tra coloro che hanno commesso reati contro la pubblica amministrazione.


mercoledì 10 giugno 2015

Numeri Utili: Stipendi dei dirigenti pubblici nel mondo (2015)


L'Italia ha i dirigenti pubblici più pagatio al mondo

martedì 9 giugno 2015

Esiste a Morsano di Strada un diario paesano durante la Grande Guerra?


Tra il 1915 e il 1917 Guido de Savorgnani, un commerciante di Aiello, tenne un diario delle vicende sue e del paese. Dapprima sotto l'Austria, poi arrivarono le truppe Italiane il 24 maggio 2015 quando il regno d'Italia dichiarò guerra all'Impero Asburgico. Tornerà sotto l'Austria dopo Caporetto nell'Ottobre 1917 per poi tornare definitivamente sotto l'Italia.

Per due anni De Savorgnani scrisse un diario e ci ha tramandato delle interessanti pagine che sono uno spaccato della piccola storia. Storie come queste, ma più centrate su persone piuttosto che un paese, sono raccolte nel progetto multimediale "La Grande Guerra 1914-1918".

Vien da chiedersi se anche a Morsano qualcuno non avesse tenuto dei diari personali. Ci son stati deportati civili, ovviamente moltissimi al fronte e poi storie legate all'occupazione austriaca.

Ricordiamo che qui abbiamo raccontato alcune vicende in "Campo di Prigionia Austro-Ungarico di Marchtrenk: tre morsanesi commemorano i compaesani che qui perirono 90 anni fa".

Fa specie che a guardare la mappa dei diari che fa il progetto dell'Espresso, la nostra zona sia libera. Forse l'analfabetismo diffuso dell'epoca è uno dei problemi per qualche ragione qui determinanti, o forse è solo un caso.

Chissà se esistono questi diari.

==================
Vedi:

lunedì 8 giugno 2015

Numeri Utili: Migranti per regione (2014)

sss


mercoledì 3 giugno 2015

Potatura degli alberi dei parchi


La potatura degli alberi nel golf club di Grado come apparivano la primavera scorsa. Se li potano così in una struttura privata e sanno quello che fanno, si può potare così o anche poco meno, anche nei parchi pubblici. Il tronco si rafforza e le forme degli alberi diventano più armoniose.

martedì 2 giugno 2015

Morsano Tic-Toc: si fará la spesa "virtuale" con lo smartphone tra qualche anno?

Si parla giá da qualche tempo di crisi dei grossi centri commerciali non tanto come questione contingente ma come qualcosa di strutturale e di modello di business. Nel mondo anglosassone, da dove questi centri sono partiti, si vede una progressiva flessione di affari e i consumatori sempre meno fanno la "grande spesa" settimanale per concentrarsi su piu' puntatine leggere. A questo punto i negozi piú piccoli entrano in gioco con offerte piu' dedicate ai piu' articolati gusti dei clienti. Di certo i vegetariani, i vegani e via dicendo, richiederanno sempre piu' specializzazione dell'offerta e come si sa, nel piccolo, la specializzazione e' piu' facile. La passione per la gastronomia regionale e i consumi di corto raggio sono anche trend che stanno cambiando il modo di fare la spesa per cui anche i grossi centri distributivi si stanno adattando.


Il discorso sarebbe lungo. La morale della favola e' che i piccoli negozi di paese son qui per restare ed hanno il potenziale di far pure bene nel prossimo futuro. Tutto sta nel sapersi posizionare e nel saper cavalcare il vento del cambiamento.

Detto questo, e' interessante vedere come il mondo virtuale si stia sposando sempre piu' col mondo reale dando vita a delle vere e proprie esperienze digitali.


E' il caso della Sud Korea dove a Seul si puó fare la spesa semplicemente con il proprio telefonino. Non si tratta di sedersi davanti allo schermo e scegliere i prodotti, cosa che l'internet shopping gia' permette di fare da anni, bensi' di affrontare la spesa al volo e con semplici passi digitali e reali.

In pratica, si passa davanti ad una vetrina che ha le foto in scala reale dei beni di largo consumo (es. una bottiglietta di Coca Cola, le Pringles, le sottilette Kraft ecc.), si punta il telefonino sull'immagine e si dá l'OK per l'acquisto. A questo punto, ci si é giá registrati per il servizio e la spesa viene in automatico registrata in un database. Si seleziona quando si vuole ricevere la spesa e l'azienda ce la fa arrivare direttamente a casa. Il pagamento nel frattempo é avvenuto automaticamente via carta di credito giá registrata assieme al nostro account.

Ora, la domanda che ci si fa é: vedremo mai a Morsano un'esperienza di spesa cosí?

Potrebbe essere che una parte della spesa, quella dei beni di largo consumo diventerá una "comodity" e quindi chi lavora fuori paese e non ha tempo per fare la spesa spesso troverá conveniente passare da qualche parte dove c'é un cartellone come quello delle foto qui sopra e poi, una volta in paese, si concentrerá sui beni specifici per la spesa locale. Oppure puó essere che anche a livello locale si passerá ad una spesa cosí per quan parte dei beni. Entri in negozio, e fai la scansione di cosa tio serve e poi un addetto ti porta la spesa giá pronta in cassa. C'era un tempo in cui era l'addetto a pesare la frutta e ad imbustarla. Ora lo facciamo noi con le bilance automatiche. Le cose cambiano, come cambiano i clienti e le nuove generazioni sono avvezze all'uso delle tecnologie.

O forse non si vedranno mai certe cose perché sono morte prima ancora di raggiungere la diffusione di massa. Chissá.

...tic-toc, tic-toc


===============================

Vedi:



Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune