martedì 13 dicembre 2016

La (giusta e realistica) considerazione che ha dei "Giovani Impreditori" italiani di un noto economista...

Nell'articolo dell'Economist "Italy’s economy. Mezza mezza. As other peripheral economies take off, Italy’s is just so-so", il noto economista Luigi Zingales, professore alla Booth business school di Chicago, dice...

“When I go to a young entrepreneurs’ group in America, I meet young entrepreneurs,” he says. “In Italy, I primarily meet trust-fund kids who are there thanks to their parents, not their accomplishments. We need a change of mentality.”

Tradotto in soldoni: quando vado ad un convegno dei "giovani imprenditori" in America, trovo gente che ha meno di 30 anni ed ha creato da se un'impresa. Quando vado ad un convegno di "giovani imprenditori" in Italia... trovo ragazzotti che son li perchè ce li ha messi papà e in realtà non hanno intrapreso nulla ma godono di soldi e posizioni ereditate. Serve un cambio di mentalità.

Nulla da aggiungere con buona pace dei "Giovani" delle varie associazioni "imprenditoriali".


Nessun commento:

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune