martedì 30 dicembre 2014

Articoli da Segnalare: Dieci numeri per raccontare un pessimo 2014

Se siete dipendenti pubblici di lungo corso, magari con ruoli dirigenziali non avete di che preoccuparvi. Anche se siete iscritti ad un partito di lungo corso ed avete ottenuto grazie a questa iscrizione delle promozioni di favore, mascherate da "legittime attribuzioni di ruolo a persona di fiducia" (che non si sa perché o per come ma van sempre agli stessi, forse perché in Italia manca la fiducia nelle persone?), in una delle 8.000 partecipate pubbliche, non avete di che preoccuparvi.

Se avete un'adesione di tipo ideologico-fideistico al mondo della politica-partitica, allora va tutto bene o va tutto male a seconda della vostra visione del mondo a prescindere da dati e informazioni puntuali.

Per tutti gli altri si consiglia la lettura di questo articolo di Linkiesta:

Dieci numeri per raccontare un pessimo 2014
Dal calo degli investimenti alla disoccupazione: dovevamo ripartire, è andato (quasi) tutto male


A titolo riassuntivo qui i punti:
  1. -0,3% di calo del Pil
  2. -2,3% negli investimenti (vedi anche CAFON: crollo degli investimenti in Italia 1998-2014)
  3. -3% di produzione industriale
  4. 13,2% di disoccupazione
  5. 35,4%, il vero spread coi tedeschi ovvero la differenza tra il tasso di disoccupazione giovanile italiano (43,3%) e quello tedesco (7,9%).
  6. 665mila italiani emigrati in Germania (e 2mila emigrati al mese nella sola Londra)
  7. 10mila studenti stranieri in meno. Ovvero i lavoratori stranieri se ne vanno o comunque non arrivano più come prima. 
  8. -0,1% tasso di inflazione ovvero siamo in deflazione
Buone Notizie?
  1. 28 miliardi di surplus commerciale 
  2. l'export che va bene 

Nessun commento:

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune