martedì 25 agosto 2009

Morsano sotto una luce diversa...

Molti di voi sicuramente sapranno dell'imminente divieto che la Commissione Europea ha imposto a tutti gli stati membri: tra 4 anni ci sarà un diviedo di vendita di lampadine ad incandescenza (quelle tradizionali per capirci) e per incominciare, già da settembre di quest'anno le lampadine ad incandescenza da 100 Watt saranno vietate in tutta l'Unione Europea.

In Germania le vendite di lampadine ad incandescenza questo trimestre sono cresciute del 34%. Pare che i tedeschi temano la fredda luce delle lampadine ad alto rendimento e stiano facendo incetta di quelle "vecchio stile" mentre, di converso, in gran parte dei paesi EU, stanno crollando le vendite delle lampadine tradizionali.
A Morsano vedremo un'incetta di lampadine "vecchio stile" prima del divieto?
Le luci delle case morsanesi saranno sempre più fredde a causa dell'effetto "luce da toilette pubblica" delle "nuove" lampadine ad alto rendimento? Oppure, come rassicurano i costruttori, la luce delle nuove lampadine è calda come prima grazie alle moderne tecnologie di costruzione?
Dicono che si risparmi fino all'80% di energia rispetto alle lampadine ad incandescenza. Con buona pace di Malignani che brevettò il sistema per creare il vuoto nel bulbo delle lampadine di Edison.
Resta da capire cosa succederà all'illuminazione dei luoghi pubblici. Di certo cambiare lampadine nel breve termine si dimostrerà un salasso anche perchè potrebbe non essere automaticamente vero che i supporti per le lampadine di nuova generazione siano gli stessi di quelle ad incandescenza. Varrebbe la pena di dire, fatto 30 faccio 31 e colgo l'occasione per investire nelle tecnologie LED per l'illuminazione pubblica.

15 commenti:

Tecnologia LED ha detto...

Alcuni dettagli sul risparmio energetico ottenuto con tecnologia LED

http://campibisenzio.wordpress.com/2008/03/18/risparmio-energetico-con-lilluminazione-pubblica-a-led

padania pulita ha detto...

Vorrei fare presente che nel programma della Lega Nord c'era la previsione per lo studio di fattibilità dell'illuminazione pubblica a LED. L'ecologia sostenibile e che nel medio-lungo periodo faccia risparmiare energia e quindi denaro alle casse pubbliche è uno dei nostri temi di battaglia politica a livello locale.

bepine ha detto...

nel sistemare il mio appartamentino a Pontebba ho usato lampade led grazie alla possibilità di rifornirmi in Austria a un prezzo anche concorrenziale.
La mia sensibilità professionale è legata alla mia scelta di vivere una realtà in cui agire per migliorarla in prospettiva di un futuro più ecocompatibile.
Gesti personali che rispecchiano ideali per cui spendersi.

A conti fatti ha detto...

Interessante la nota sull'Austria. Varrebbe la pena per le amministrazioni pubbliche di aprire gli appalti di fornitura alle nazioni vicine? Slovenia e Austria potrebbero essere concorrenziali sui costi delle lampadine. Considerando che una lampadina di nuova generazione costa 10 volte tanto una tradizionale magari una sbirciatina oltre confine ci fa risparmiare un po' di palanche...

Anonymous ha detto...

su questo tema l'opposizione potrebbe montare una campagna di stretto controllo della maggioranza. Sono tornati dalle ferie???

LED lamps per l'illuminazione Pubblica ha detto...

Ciao Marqualdo, guarda il video dei LED per l'illuminazione pubblica qui: http://www.youtube.com/watch?v=zTEhvMsLavI

Roberto Romanese ha detto...

L'Amministrazione Comunale, dopo la segnalazione della situazione di pericolo da parte del gestore della manutenzione degli impianti di illuminazione pubblica, ha incontrato il medesimo per avviare gli interventi di messa in sicurezza.
In quella fase è stato sondato il terreno con il gestore e con l'ufficio tecnico in merito all'avvio della sostituzione dell'incandescenza con i Led.
La considerazione che ne è emersa è che allo stato attuale è una tecnologia ancora cara, che va incontro comunque ad un miglioramento dal punto di vista dei costi per cui, in relazione alle emergenza si andrà avanti con le lampade previste dalla legge (no vapori ecc...) e per i progetti futuri, in funzione delle disponibilità economica e nell'ottica di doverosi risparmi energetici, si terrà conto della risorsa Led.

Dopodiché, visto che in Carnia esiste un'azienda leader, credo a livello europeo, nella progettazione e nella commercializzazione della tecnologia Led (gli impianti produttivi sono prevalentemente dislocati all'estero, credo per via del costo del lavoro) vedremo se sarà possibile essere autarchici.

RR

El solit mataran ha detto...

cara bepine, ecocompatibile o ecologico inteso come risparmio energetico?

Anonymous ha detto...

fatto 30 faccio 31... se i costi sono alti allora fatto 30 toccherebbe fare 51!

Vitellozzo Silverdeschi ha detto...

certo che siamo putenti... ieri sera ci hanno visitato anche dalla Edison!

Piperlux ha detto...

Sul corriere di oggi c'è un articolo su un'azienda della brianza che produce illuminazione LED. Stanno andando bene le cose.

http://www.corriere.it/politica/09_agosto_26/brando_lettera_rilancio_e574a932-9207-11de-bb1e-00144f02aabc.shtml

Anonymous ha detto...

Gli amministraotri pubblici capisco che debbano guardare ai costi immediati ma con un po' di lungimiranza si dovrebbero considerare questi numeri: le vecchie lampadine a incandescenza hanno in media 3.500 ore di vita contro le 50.000 di un led.

Le lampadine ad incandescenza andranno in pensione prestissimo ma attenzione che quelle alogene subiranno la stessa sorte entro pochi anni.

Roberto Romanese ha detto...

Magari fosse una questione di lungimiranza, le poste di bilancio vanno gestite in base ad alcuni criteri che non sono, purtroppo, basati su quello che sarebbe bello o giusto fare ma piuttosto su quello che è consono alle possibilità e alla tecnologia in essere.
Sarebbe il sogno di tutti poter sostituire le lampadine vecchie con le lampade a led (si brucia=sostituisco) ma, trattandosi di illuminazione pubblica (soggetta anche a severe norme di legge in merito alla luminosità per superficie, alle normative per l'abbattimento dell'inquinamento luminoso) la cosa è più complessa perché, da quanto risulta, l'intervento non consta semplicemente nella sostituzione della sola lampadina ma nell'inevitabile adeguamento della "plafoniera" finanche del sistema di alimentazione.

RR

Anonymous ha detto...

e questo risponde alla domanda sullo studio di fattibilità. Speriamo che si possa implementare questa tecnologia quanto prima!

Anonymous ha detto...

Non credo che un'amministrazione pubblica abbia le risorse per fare investimenti sui LED. Senza l'ICI come si fa a reperire i fondi. Tuttavia, è legittimo chiedere che si faccia uno studio di fattibilità ed un'esplorazione di quelli che potrebbero essere i finanziamenti europei in merito. Troverei negligente una risposta negativa senza un minimo di sforzo per informarsi sulla questione.

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune