domenica 1 settembre 2013

Spritz African-Italian: Perchè non ci sono reazioni di dura condanna del razzismo contro la ministra Kyenge?

Tutti si focalizzano sul razzismo nei confronti della ministra Kyenge che arriva da diverse frasi di politici nazionali (pure un vice presidente del Senato ed ex ministro nel caso dell'orango) e locali (es. il vice sindaco di una località della costa Ligure che essenzialmente le diede della prostituta).

Il punto però non è quello. Il punto, pure secondo l'Economist, è la pressochè mancanza di reazioni forti contro chi ha proferito gli insulti (vedi Racism in Italy Educating Cécile. Italy’s first black minister has had a tough political baptism).

Va da se che la società italiana non ha avuto i decenni di decolonizzazione per assimilare al suo interno milioni di stranieri (per lo più molto poveri), come la Gran Bretagna, la Francia e l'Olanda ed ha dovuto abituarsi agli immigrati in solo un paio di decadi. Un po' di razzismo o comunque xenofobia c'è da aspettarseli.

Qui però il problema è oltre che sostanziale pure di forma. In tutti i paesi a democrazia avanzata, chi ha cariche politico-amministrative rilevanti, se fa una cazzata viene fatto dimettere. In Italia il razzismo, neppure tanto velato, è considerato un peccato così veniale da non comportare nè l'obbligo morale e poi politico di dimissioni, nè la condanna unanime dell'opinione pubblica.

Dal tipo di reazioni o dalla mancanza di reazioni, gli osservatori internazionali concludono che la società italiana è intrisa fino al midollo di razzismo.

La cosa è ben nota nei bar di tutta la Bassa dove le battute razzistoidi non mancano mai.

Da qui il dibattito:

- tra chi ritiene che sia l'Italia ad essere sotto sotto più razzista di altre democrazie avvanzate per ragioni che solo i sociologi possono spiegare (cultura, religione, fascismo ecc.)
- e chi ritiene che in realtà tutti i paesi saranno come l'Italia solo che sono più intrisi di politicamente corretto del Bel Paese e quindi riescono a mascherare e dissimulare meglio il loro razzismo.

...e il dibattito continua

Nessun commento:

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune