giovedì 23 luglio 2009

Come amministratore di condominio...

L'altro ieri Giuseppe Cruciani (Radio 24), mentre intervistava il neo sindaco di Firenze, Matteo Renzi se ne è venuto fuori con un'interessante commento sul mestiere del sindaco. Un sindaco non dovrebbe fare questo mestiere come espressione di un'ambizione politica ma dovrebbe concentrarsi sempre e solo su questioni concrete.

Cioè mantenere in buono stato le piazze, curare gli alberi del verde pubblico, riassestare i marciapiedi, coprire le buche nelle strade, curare le associazioni e via dicendo. Dovrebbe dunque avere un approccio alla sua attività tipica di un "amministratore di condominio".

Non è un concetto trascendentale però è interessante che Matteo Renzi, classe 1975, astro nascente di un partito nazionale, gli desse ragione senza riserve.

Anche nei comuni piccoli è questa la mentalità che sta andando per la maggiore tra gli elettori?

3 commenti:

Benaltrismo ha detto...

Visto che citi Cruciani direi si può menzionare il "benaltrismo" che spesso caratterizza le discussioni paesane e che è un termine che lui usa spesso nella sua trasmissione.

un elettore ha detto...

L'importante è che sia un uomo di parola ed inizi ad attuare il suo programma...

Anonymous ha detto...

Forse che si! Decisamente. Il nostro sindaco è un amministratore non lo vedo come "politico". Va bene così!

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune