venerdì 11 ottobre 2013

Il valore dei simboli e la manutenzione delle opere pubbliche

Un simbolo é un simbolo e vale in quanto tale.

In un periodo di crisi strutturale (altrimenti conosciuto come "declino") spesso mascherato da "crisi passeggera che prima o poi finirá", quello che é successo in questi giorni a Manzano é terribile.

Il monumento alla Sedia cade a pezzi.

Pittura del ponte di San Francisco
Han dovuto smontarne lo schienale come riporta il "Messaggero - Sedia in crisi, ora crolla anche il simbolo" perché pericolante. La manutenzione delle opere pubbliche é la bestia nera della spesa pubblica delle amministrazioni locali: dal potare gli alberi al curare il verde pubblico, dal verniciare regolarmente le strutture di legno dei parchi giochi pubblici. Proprio verniciare é fetente, pensate al "Golden gate" di San francisco o la Torre Eiffel di Parigi, sono strutture che hanno dei team di pittori che nella vita fan solo quello: ogni santo giorno dipingono la struttura, un metro alla volta, una mano sopra l'altra, per prevenire la ruggine.

Son cose che costano ma van fatte. Se non le fai succedono i patatrack strutturali e oltre al danno materiale ti becchi pure il danno simbolico (la torre Eiffel che perde pezzi non sarebbe un bel simbolo per la Francia).

Certo che quando le amministrazioni pubbliche decidono di creare un'opera sarebbe cosa buona e giusta che oltre ai costi materiali dell'immediata realizzazione ci fosse un piano per la manutenzione e un relativo piano di copertura della spesa di manutenzione. Se non si puo' fare, meglio neppure iniziare certe opere simboliche perché poi il tacon sará sempre peggio del buso.

R.I.P. Sedia...

Nessun commento:

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune