mercoledì 15 gennaio 2014

Numeri Utili: Tasso di Occupazione degli Immigrati vs gli Italiani (2012)


L'ISTAT offre uno spaccato sul tasso di occupazione dei cittadini italiani confrontandoli con il tasso di occupazione degli immigrati e lo fa confrontando i gruppi per titolo di studio.

Accade quello che a Morsano si sa da tempo analizzando le cose con il "morsanomentro" (l'osservazione del campione statistico rappresentanto dai 1000 abitanti di Morsano):

- i lavori meno qualificati, quelli che richiedono nessun titolo di studio, tendono ad essere appannaggio degli immigrati. La competitizione e' pesante per gli italiani senza qualifica perché le aspettative salariali degli immigrati sono molto minori e qui si scatena la guerra tra poveri e disagiati
- come si sale nei titoli di studio, il vantaggio di "essere italiano" viene fuori. Verosimilmente perché molte lauree prese nei paesi emergenti non son riconosciute legalmente in Italia o perché l'immigrato non ha le conoscenz linguistiche adeguate per svolgere mansioni professionali avvanzate, o perché la protezione dei posti di lavoro qualificati é artificiosamente alta (es. ordini professionali restrittvi).
- in linea tendenziale, il Nord é piú protettivo del lavoro degli Italiani che il Sud. Potrebbe essere per la dicotomia tra industria del Nord che richiede professionalitá specifiche e agricoltura del Sud che richiede piú mansioni generiche.

Per referenza l'articolo di Angelo Panebianco sul Corriere "Troppe ipocrisie sugli immigrati"

1 commento:

Chicago blog ha detto...

Tutti statalisti col c...degli altri http://www.leoniblog.it/2014/01/15/liberismo-e-immigrazione-tutti-statalisti-col-culo-degli-altri/

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune