venerdì 7 marzo 2014

Numeri Utili: Occupazione (e disoccupazione) giovanile in FVG (2013)

Dati tratti da "Speciale Giovani, Occupazione, Lavoro. Occupazione e disoccupazione giovanile in FVG" di G Pistrin Ufficio Studi Confindustria Udine in Realtà Industriale, Marzo 2014.

Nei primi nove mesi del 2013, lo stock dell’occupazione regionale in FVG si attesta ad un livello di 498mila unità (calo del 4,6% rispetto al 2007).
Dati su elaborazione confindustria Udine marzo 2014

La contrazione occupazionale maggiore riguarda i più giovani (15-24 anni) che vedono scendere di oltre 5 mila unità il relativo stock nel 2012 rispetto al 2011.

Il calo è ancora più marcato se si prendono in considerazione gli anni precedenti: si passa dalle 32.311 unità del 2005, alle 29.619 del 2008, alle 24.092 del 2011 per arrivare alle sole 18.910 del 2012.

Il tasso di disoccupazione giovanile (15-24 anni) registra un aumento molto marcato nei primi 3 trimestri del 2013 raggiungendo un valore medio del 25,8% nel Nord-Est, del 32.7% nel Nord Ovest, del 38,8% in Italia per arrivare al 50,4% del Mezzogiorno.

In FVG il tasso nel 2012 era del 30,5%, in forte aumento rispetto al 2011 (20,9%). Notevole il balzo in avanti registrato dall’indicatore per i maschi passato in un anno dal 15,6% al 32%, e superiore per la prima volta a quello femminile (28,4%).

Nel 2005 il tasso in Regione era pari all’10,5%.  Valori ancora più elevati si sono registrati nel 2012 in Provincia di Udine con un tasso del 36,9% (9,3% nel 2005). 

Si precisa che il tasso di disoccupazione dei 15-24enni è la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati o disoccupati) che in Italia a novembre 2013 è pari al 41,6%.

Dal calcolo del tasso di disoccupazione sono pertanto esclusi i giovani inattivi,
cioè coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, ad esempio perché impegnati negli studi.

Quindi, in Italia, i disoccupati tra 15 e 24 anni sono 659mila. L’incidenza dei disoccupati di 15-24 anni sulla popolazione in questa fascia di età è pari all’11%.

Non è quindi corretto dire come a volte fanno i mass media, citando il dato del 41,6%, che quasi la metà dei giovani è disoccupato, in quanto bisogna escludere dal calcolo i giovani inattivi (studenti etc) come precisato dall’Istat con il suo comunicato dello scorso 8 gennaio 2013.
Dati su elaborazione confindustria Udine marzo 2014

Dati su elaborazione confindustria Udine marzo 2014

Nessun commento:

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune