martedì 8 aprile 2014

Se le Università Inglesi si fanno del male, quelle Italiche non si fanno del bene

Ve lo ricordate il post del 30 novembre 2010 "Idea Morsanica: Attira gli Studenti Inglesi e crea valore per gli studenti italiani (e morsanesi)" dove si suggeriva al mondo delle univeristà italiche di attrezzarsi per l'esodo degli universitari inglesi che scappano dalle loro università divenute costosissime? 

Ebbene, oggi 8 Aprile 2014, l'Economist pubblica un articolo dal titolo "Foreign students are going off English universities" dove si spiega come si sia notato un crollo nelle iscrizioni da parte di studenti stranieri nelle università inglewsi divenute costose soprattutto per gli studenti Europei (che pagano 9,000 sterline ovvero 11 mila euro all'anno come gli studenti inglesi) e onerosissime per gli extra UE a causa di norme molto restrittive sui Visti per Studio.

Detto in parole povere
 Al che si aggiunge un calo anche drgli studenti britannici soprattutto quelli che non riescono a prevedere con la laurea un futuro professionale certo che aiuti a ripianare i debiti di studio che tra fees (tasse di iscrizione), vivere fuori casa e spese accessorie, può ammontare tranquillamente dopo 3 anni a 60/70 mila euro.

Le nostre università sono riuscite ad attrarre i transfughi di Albione? 





Nessun commento:

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune