mercoledì 21 gennaio 2015

Un'idea interessante da Latisana: Volontari al lavoro per il Comune: in cambio meno tasse

"Volontari al lavoro per il Comune: in cambio meno tasse" cosí titola il Messaggero veneto oggi al riguardo di una proposta.

L'articolo inizia cosí:

"Se l’ente non riesce a far fronte agli impegni economici per un’adeguata manutenzione delle aree verdi o anche per la pulizia di marciapiedi e vie, perché non coinvolgere il privato cittadino o meglio ancora le associazioni per lasciare che si occupino di quei piccoli interventi di manutenzione che possono fare la differenza nella cura del proprio paese, ripagandoli con sgravi fiscali ?"

Consiglieri comunali di maggioranza e minoranza hanno formulato la proposta.

Da anni un po' ovunque si sente dire che la manutenzione generale come ad esempio la potatura o la verniciatura regolare e periodica dei giochi nei parchi non puó essere fatta dai privati perché le cooperative o le aziende che mendicano spesa pubblica (invece di fare altro che il mercato premia) farebbero ricorso al Tribunale Internazionale dell'ONU per contrastare il risparmio di spesa che si ottiene dando spazio ai volontari.

La risposta di solito é il silenzio in modo che nessuno noti il decadimento delle strutture e che i mendicanti non facciano ricorso ai Caschi Blu.

Chi é dentro nella stanza dei bottoncini dirá che non si puó e che é una boutade per fini propagandistici. Sará. Resta che la disoccupazione dilagante e le pensioni date alla cazzo a cinquantenni in forze ha incrementato la disponibilitá di tempo libero tra una buona porzione di popolazione attiva. Usarlo per qualcosa di utile per tutti non é poi una brutta idea.

Comunque, mi raccomando, sssssh silenzio... 



Nessun commento:

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune