domenica 15 marzo 2015

Spritz Mall: E’ finito il boom degli ipermercati. Quali conseguenze per Morsano e per i Morsanesi?

Nel post del febbraio 2011 "Spritz Retail: i Centri Commerciali in Friuli. Pochi, Giusti o Troppi?" si discuteva se i centri commerciali del Friuli Venezia Giulia fossero troppi o meno.

Nel post si leggeva:

"in Friuli di centri commerciali su popolazione, ce ne siano di piú della media nazionale e che la situazione sia di saturazione del mercato. La conseguenza é che si sospetta che questi centri commerciali, in media, rendano meno dei centri commerciali in altre zone d'Italia".

L'ipotesi sembrerebbe avvalorata dall'articolo di oggi del Messaggero Veneto "E’ finito il boom degli ipermercati: negozi vuoti, ampliamenti sospesi" Fvg al vertice in Italia per spazi commerciali e così la crisi ha investito anche la grande distribuzione. Stoppata l’espansione dell’Ikea a Villesse. La Regione: col nuovo piano, ci sarà un cambio di passo"

Nel frattempo si sta ampliando il centro commerciale ai Rizzi e lo Stadio Friuli pure si amplia con spazi da utilizzare tutti i giorni della settimana con alcuni servizi ed offerte che potrebbero aggiungersi al grande spettro delle offerte tipiche di un centro commerciale.

Morsano ha comunque tenuto il botto della concorrenza degli ipermercati mantenendo pressochè intatta la sua base commerciale. Base essenzialmente di nicchia ma che vive servendo la clientela localissima oppure specializzandosi in nicchie comunque profittevoli.

I morsanesi si sono abituati a prendere l'auto ed andare nei grossi centri per le loro spese di articoli particolari (es. articoli sportivi).

Così il dibattito s'è diviso tra
- chi ritiene che era invitabile che i grossi centri commerciali sentissero una crisi sia di settore (ad esempio negli USA il modello dei grossi centri alla "Wall Mart" è in discussione e in UK Tesco ha subito forti ridimensionamenti) che economica prolungata che ha contratto i consumi. Inoltre sempre più il consumatore medio predilige il chilometro zero e le offerte locali, per lo più sotto la spinta di direzioni salutiste (es. privilegio per la frutta e verdura di stagione e locale). Pertanto siamo semplicemente arrivati all'epilogo dell'espansione di questi centri ed il futuro sarà più roseo per il commercio specializzato e di paese

- e chi ritiene che questa sia solo una battuta d'arresto temporanea e che i centri commerciali continueranno ad avere un ruolo di traino della vendita al dettaglio in assenza di modelli alternativi credibili

...e lo shopping continua dibattendo

===================
Vedi anche:

Nessun commento:

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune