martedì 5 gennaio 2010

Il Pignarûl Infiamma la Polemica Paesana


«Se il fum al va a soreli a mont,cjape il sac e va pal mont,se il fum al va a soreli jevât,cjape il sac e va al marcjât»

In attesa che qualcuno dia fuoco alle sterpaglie dei vari Pignarûl della zona, questa mattina già infiammano le polemiche tra gli avventori delle osterie paesane.

Il Pignarûl è una tradizione friulana ma rispecchia le varie tradizioni molto diffuse nel Nordest dei vari "falò di inizio anno".

Sembra che questa usanza risalga a riti pre-cristiani: i Celti infatti accendevano dei fuochi per ingraziarsi la divinità relativa e bruciavano un fantoccio rappresentante il passato.

Poi con i secoli divenne sempre più un rito propiziatorio contadino e mentre il falò ardeva, i contadini in cerchio gridavano e cantavano varie formule augurali. Attorno al Pignarûl permane un sentimento molto vicino alla sfera religiosa infatti il rogo viene talvolta benedetto dal parroco con l'acqua santa. Nel recente passato lo scoppiettare del fuoco era identificato con il demonio infuriato che fuggiva.

Detto questo, in bar l'opinione pubblica si è divisa tra chi ritiene che questa sia un'importante tradizione per ricordare il legame del Friuli con il suo passato rurale e che quindi sia una ricchezza culturale da conservare e chi ritiene sia un'inutile attività inquinante.

La giuria morsanese è in camera di consiglio: tradizione da mantenere o inquinamento da sopprimere?

10 commenti:

Anonymous ha detto...

fabrizio tu ses un sac

Mauro P. ha detto...

E' inquinamento senz'altro!!!
Sopprimiamola questa tradizione, anche negli sports motoristici hanno preso drastiche misure per inquinare meno..., il pignaruul è senz'altro inutile, e fa danno. Almeno servisse per bruciare al rogo qualcuno!!! (politico intendo, va bene cosi?). E non parlatemi di auspici!!! Avete mai visto gli asini volare?

Pamela ha detto...

Concordo con lo zio Mauro.E' un peccato mortale cadere nella superstizione e inquinare in modo del tutto gratuito.
Vieppiù, è una ricorrenza lugubre che porta alla memoria echi di un medioevo e di una inquisizione senza alcun senso, che ha generato orrori e morte.
Non mi piace per niente questa usanza.

Mataran ha detto...

Uno due tre ti spieghi

Vitellozzo Silverdeschi ha detto...

ti spieghi?

Vitellozzo Silverdeschi ha detto...

Ma le tradizioni sono le tradizioni.

Pamela ha detto...

Modifichiamo la tradizione!Se può essere modificata la Costituzione, perchè no una tradizione insulsa e dannosa?

Pamela ha detto...

Si deve stare assime con i cuori, non fisicamente! A questo aiuta ad esempio una celebrazione eucaristica ( e non parlo semplicemente di messa..) o qualche evento comunque culturale o con cui si può partecipare emotivamente..
Il pignarul è un retaggio pagano, e passi, ma sopratutto ricorda una macabra usanza del passato - bruciare le streghe!

Anonymous ha detto...

parlano già di dosi scomparse di vaccino influenzale suino...

Mauro P. ha detto...

Il nono intervento mi ha fatto scompisciare...! Ma pusibil? (ha gia' detto qualcuno in queste occasioni...)
Dai, apriamo un blog su chi bruceremmo in questa occasione!

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune