sabato 7 maggio 2011

Comunicato Stampa: La questione delle cave di ghiaia nella nostra zona; la posizione del PD

Abbiamo ricevuto un comunicato stampa del Circolo Pd di Castions di Strada con preghiera di pubblicazione. Come sempre, quello che riceviamo lo pubblichiamo, soprattutto se serve a stimolare una discussione su temi rilevanti alla nostra zona.
________________________

Le nuove norme regionali sulle cave tolgono poteri ai Comuni, non permettono la pianificazione territoriale e la gestione delle risorse, lasciano mano libera ai privati.

Le nuove norme regionali sulle cave tolgono poteri ai Comuni, non permettono la pianificazione territoriale e la gestione delle risorse, lasciano mano libera ai privati.

Il consiglio regionale con i voti del Pdl e della Lega ha approvato giovedì 5 maggio nuove norme sulle attività estrattive.

Si tratta di un pessimo provvedimento considerato che non valorizza il ruolo dei Comuni né rispetta le previsioni urbanistiche locali nell’autorizzare l’ampliamento o la realizzazione di nuove cave. Non sono previste procedure di condivisione e co-pianificazione né intese tra Regione e sistemi locali in modo da armonizzare per quanto possibile le attività con il contesto territoriale e ambientale.

Infatti, in attesa del Prae (piano regionale delle attività estrattive) le decisioni sulle attività estrattive non saranno soggette al parere vincolante dei Comuni e potranno essere imposte dalla Regione addirittura attraverso l’utilizzo del commissario ad acta qualora le Amministrazioni locali non dovessero condividere le scelte. Le imprese potranno presentare domanda di autorizzazione per le cave senza passare al vaglio dei Consigli Comunali.

Altro che federalismo municipale, buongoverno e valorizzazione delle risorse!

Dietro le parole solo furbizie e cattivi esempi che rischiano di compromettere ulteriormente la precaria situazione in cui versa il territorio di Castions di Strada e della Napoleonica.

Va ricordato, inoltre, che la pianificazione organica del settore non avverrà prima del 2013 e che il Friuli Venezia Giulia non dispone ancora del Piano di Governo del Territorio e del Piano Paesaggistico.

In queste condizioni è difficile, per le istituzioni locali e per gli stessi attori privati, gestire al meglio le risorse e i patrimoni comuni.

Castions di Strada, 6 maggio 2011

8 commenti:

David ha detto...

Sì.. E state all'occhio, perché nel caso facciano la Tav, per la quale bisognerà rialzare il suolo del tracciato ad un'altezza di due metri, dove andranno a scavare il materiale per alzare? Chiaramente dove lo si trova...

Anonimo ha detto...

è la vecchia teoria del complotto internazionale:
- TAV e 3 corsia necessitano ghiaia
- le lobby regionali favoriscono una snella estrazione di ghiaia dalle cave e la creazione di nuove cave
- con la scusa di opere di rilievo turistico (golf, piste da corsa) si dà il via libera all'estrazione di ghiaia che sembri solo l'inizio dei cantieri
- se si sfora e si raccoglie più ghiaia, si chiede poi alla regione e non ai comuni, la conversione del progetto turistico iniziale in una cava vera e propria.
- bypassando i comuni hanno man forte i poteri che fanno capo ai potenti della regione, regione che guarda caso, controlla anche i lavori pubblici o parte di essi
- nel tutto qualche soldo resta imbrigliato qua e là nei conti svizzeri

Secondo me questa teoria è strampalata ed è ora di finirla che la gente in bar continui a ripeterla come fosse una storia vera. Finitela!

Anonimo ha detto...

si, concordo, è ora di smetterla di raccontare i fatti così quando si parla in paese. Credo che si debba rispetto per la trasparenza d'intenti della nostra gloriosa classe dirigente.

David ha detto...

Interessati alla questione, cogliamo la palla al balzo e pubblichiamo pure noi sulle cave.

http://corsiademergenza.wordpress.com/2011/05/09/risikcave/

Anonimo ha detto...

vero! la gente nei bar non capisce niente!

Anonimo ha detto...

Gli altri partiti o movimenti di Castions di Strada cosa ne pensano? Sarei interessato a sentire la loro posizione.

Anonimo ha detto...

Perchè hanno fatto una norma che trasferisce alla regione la decisione di dove fare le cave? Non capiscisco. E poi, i proventi delle cave a chi vanno vanno? Mi pare che un toto al metro cubo estratto vada corrisposto al comune dove si trova la cava.

quanto rendono? ha detto...

http://www.ilfriuli.it/articolo/Cronaca/Risorse_naturali_a_buon_prezzo/2/132731

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune