domenica 22 giugno 2014

Spritz Immunity: Torna l'Immunita' parlamentare per il Senato non eletto

Grande dibattito in bar a Morsano. Mentre i giornali vicini al governo e tutto il mondo della politica schieratori con il papa politico, Renzi [nel senso che come i cattolici quando si nomina un papa diventano tutti, ma proprio tutti, devoti followers di quel papa, anche nei partiti tutti si schierano, pedissequamente, col caro leader].

Le ultime notizie sulle riforme hanno raccolto la viva soddisfazione tra la Morsano che non va a votare perche' schifata dalla politica di quei partiti che controllano il paese attraverso il colloccamento di mediocri nelle 8.000 societa' partecipate [partecipate da enti locali di ogni ordine e grado] e attraverso un sistema tangentizio e spartitorio che passando tra appalti truccati e consulenze farlocche pompa la spesa pubblica, non porta a termine le opere e goccia dopo goccia manda il paese a pancia all'aria scaricando sul debito pubblico [ergo sulle tasse e sulle generazioni future] tutte queste inefficenze.

Soddisfazione [de cagarse] perche' secondo i piani anziche' chiudere il Senato e farne un grande museo, se
ne avra' uno fatto da nominati con tanto di, udiamo udiamo, immunita' parlamentare [vedi "Ecco come sarà il nuovo SenatoE torna l'immunità parlamentare"].

Cosi la platea s'e' divisa tra...

# chi e' sconfortato dalla ben nota bassa capacita' di giudizio dei partiti, dalle note fedine penali di chi continua a prendere incarichi, e dall'inutilita' di una votazione del 1993 in seno al parlamento che rispecchiando la voce della gente aboli' l'immunita' parlamentare

# e chi e' al settimo cielo perche' cambiare tutto per non cambiare niente e' bellissimo.

e dibattiamo cosi', facciamoci del male


Nessun commento:

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune