lunedì 30 agosto 2010

Morsano Criminal: il sottobosco oscuro del paese

Qualche anno fa, uno della compagnia aveva una ragazza di origini baresi che vivena in regione. Quando alla ragazza le fu chiesto cosa le mancasse della sua cittá d’origine lei rispose “la delinquenza!”

S’era abituata cosi’ tanto a dover battagliare ogni giorno con scippi, venditori abusivi, contrabandieri, rapine e via dicendo, che a quello scenario c’aveva ormai fatto il callo e in fondo, le sirene, gli arresti, il trambusto delinquenziale... le mancava.

A quel punto scatto’ nei morsanici presenti uno spirito di rivalsa competitiva. Ma come?!? Tutti sanno che fino a qualche decennio fa Morsano era terra di ladri di pere e mele nei frutteti dei Mugani, tutti sanno che per anni i contadini di casa nostra si sono azzuffati per questioni di confini di campi e sappiamo che le Guardie Campestri a suo tempo erano severissime – ed una ragione ci sara’ pure stata!

Senza contare che quando si deve costruire una tettoia, subito il geometra ha a che fare con la D.I.A. e se a Morsano deve intervenire la Direzione Investigativa Antimafia (D.I.A. appunto), una ragione ci sará. O no?

Senza aggiungere che i vigili urbani girano per gli uffici armati. Una ragione ci sará. O no?

Insomma, quanto a crimine non prendiamo lezioni da nessuno!

Per questo, a grande richiesta, apriamo una nuova rubrica che parlera’ della pericolosa criminalitá de noantri.

Nessun commento:

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune