mercoledì 25 agosto 2010

Spritz International Relations: Morsano è perplessa di fronte al caso Pakistan

Sia i giornali internazionali che italiani ne hanno parlato: le inondazioni in Pakistan hanno fatto 1.500 morti, oltre 20 milioni di sfollati (come tutta la popolazione del Nord Italia!) e 3.5 milioni di bambini sono a rischio epidemie mortali. Eppure, dicono i giornali, il supporto dell'opinione pubblica mondiale sembra mancare in particolare se comparato con lo sforzo umanitario che s'era visto in occasione dello Tzunami in Sud Asia e del Terremoto di Haiti (ad es. vedi "Gli sfollati del Pakistan e la solidarietà dimenticata").

Contestualmente, alcune agenzie di stampa hanno diffuso anche in Italia, le immagini del brutale linciaggio di due fratelli di 16 e 17 anni da parte di alcuni individui proprio in una città del Pakistan. La polizia pakistana era lì e incredibilmente non è intervenuta.

Se ne discuteva in bar l'altro giorno: quando si parla di Pakistan, una forte dualità di sentimenti pervade l'opinione pubblica paesana.

12 commenti:

figli di un Dio minore ha detto...

Purtroppo il Pakistan è governato da un regime totalitario, e potenzialmente i fondi per gli aiuti umanitari non gestiti direttamente sul territorio dalle varie associazioni no-profit potrebbero essere utilizzati per fini bellici o per finanziare la costruzione della bomba atomica. Si sa che per colpa dei governi ci rimette sempre la povera gente!

Persi ha detto...

con tutto il rispetto... il Pakistan le armi nucleari già le ha!!! Era allineato con gli USA durante la guerra fredda mentre l'India era filo Sovietica. Quindi le armi nucleari gliele hanno fornite i due contendenti maggiori... Tecnicamente il Pakistan è una democrazia. Diciamo una democrazia disfunzionale dove la corruzione ed i cambi violenti di governo sono purtroppo all'ordine del giorno. Però la bomba atomica ce l'hanno e come! Il loro esercito è uno dei più efficienti della zona e già è accaduto che generali diventassero presidenti. Il problema è che alcune parti del territorio sono fuori controllo dello stato con i talebani che la fanno da padroni e le leggi tribali da regola di vita. Se quello che è successo ai due poveri ragazzi è stato conosciuto dal mondo perchè è stato filmato (da uno che ha preferito filmare che cercare di fermare gli aggressori) ...figuratevi cosa succede nei villaggi montani dove governano i capi locali.....

Anonimo ha detto...

Il problema che negli stati uniti sottolineano di continuo è appunto l'infiltrazione dei talebani che sconfinano dall'Afghanistan ai villaggi montani del Pakistan.

Anonimo ha detto...

non diverso dalle "morti bianche" o esecuzioni stile far west che si vedono in alcuni paesi del sud Italia.

Anonimo ha detto...

eeeeeeeeeeeeeeeeeeh veli ve! Comunque se proprio l'anonimo di prima vuole fare polemica, non mi si dirà che colpire con i bastoni nel mezzo della gente è una cosa che succede da noi. Al massimo fanno una corsa di cavalli illegale con tutta la gente del paese che guarda ma a bastonate non penso proprio! Siamo agli antipodi della civiltà in queste cose.

masterV ha detto...

Hanno l'esercito tra i più efficienti dell' area hanno avuto ex generali al governo quindi credo sia plausibile affermare che non si farebbero scrupoli ad utilizzare gli aiuti per fini bellici!Persidoglio riesci a contestare anche quando sei in accordo! Un giornalist mancjat!

Persi per persi ha detto...

L'efficienza dell'esercito non vuol dire malevola efficienza. Hanno mezzi moderni (dai caccia agli elicotteri da combattimento) e se c'è una cosa che è riguardata con deferenza in Pakistan sono proprio le forze armate perchè viste come una parte dello stato che se ne sta fuori dalla corruzione dilagante e che, in un certo senso, è a guardia delle istituzioni democratiche e laiche. Un po' come l'esercito in Turchia anche se ovviamente in Turchia la società civile non è certo così mal messa come quella del Pakistan. Ovviamente ci sarabbo delle falle ma in fin della fiera, i bottoni per far partire le testate nucleari (probabilmente tutte puntate contro l'invisa India!) sono in mano - anche - ai generali. Se fosse una repubblica delle banane a tal punto da essere instabili completamente siamo certi che gli Americani non starebbero a guardare. Per questo l'America considera il Pakistan un partner strategico nell'area e per questo, probabilmente sotto le coperte, passerà aiuti al Pakistan per gli alluvionati e continuerà a passarli anche per la difesa.

Taliban planning aid attack ha detto...

tinte fosce... secondo la stampa americana i Talebani infiltrati in Pakistan sarebbero pronti ad attaccare gli operatori umanitari internazionali che dovessero operare nelle zone colpite dalle alluvioni.

Persi

Anonimo ha detto...

fosche

Jaio Furlanâr ha detto...

In Russia, dove invece dell'acqua c'era il fuoco, i media non ci hanno veramente fatto vedere che gli incendi intossicavano la popolazione di un'area grande come tutta l'Europa e non ci hanno detto che qualche giorno si arrivava a mille morti quotidiani, perció nessuno s'é mobilizzato con aiuti di nessun genere durante tutto un mese.
Alla salute dei morsanesi:-)

Anonimo ha detto...

I media controllati sono pericolosi non per quello che dicono ma per quello che non dicono. E' bello essere amiconi di Putin. Dimmi con chi vai...

Vitellozzo Silverdeschi ha detto...

1000 morti? Jaio, qualsi sono le tue fonti?

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune