giovedì 27 gennaio 2011

Concorso Strapaesano: il TUO sol de le alpi

Il soleone delle Alpi è erroneamente considerato da molti come il simbolo di un partito politico e per questo vorrebbero che a togliere gli adesivi che deturpano i cartelli stradali dei paesi della zona, fossero i legali rappresentanti di questo partito. In realtà, per amore di onestà intellettuale, ci preme sottolineare che si sbagliano.

M'ama non m'ama delle Alpi
Si tratta infatti di un simbolo che nulla ha a che vedere con un partito politico bensì si tratta di un fiore che simboleggia l'appartenenza ad un territorio® le cui radici culturali affondano nella notte dei tempi. Tempi di lotta contro la tirannia dell'invasore straniero (ad esempio i tedeschi di Barbarossa) e la difesa del territorio® comunale (le famose lotte dei comuni nel Medioevo). Non a caso, questo nobile simbolo è rappresentanto anche nel paese vicino nelle loro chiese millenarie della millenaria civiltà cristiana.
Lunga premessa per dire che è troppo facile puntare il dito verso questo o verso quello per un paio di adesivi attaccati sui cartelli. Se questi rappresentano un simbolo caro ai popoli del territorio®, che solo per coincidenza è anche il simbolo poi adottato dal Movimento®, vuol dire che chiunque, se appartenente al territorio®, avrebbe potuto attacarli per dimostrare il proprio amore nei confronti, appunto, del territorio®.

Pacifismo delle Alpi
Per sottolineare questa affinità culturale e simbolica dei popoli del territorio® (e quindi non dei soli aderenti al Movimento®) con il sol de le zone alpine, s'indice un concorso dal titolo: il TUO sol de le Alpi.

Partecipare è semplice: basta essere maggiorenni ed inviare l'immagine di una personale visione del simbolo millenario che ci è stato tramandato dal Medioevo. Una giuria democraticamente nominata e non eletta, vaglierà i lavori e ne valuterà la pubblicazione. Non ci sono problemi di copyright perchè è da 1.000 anni che esiste nella chiesa di San Martino.

Alcuni esempi qui di fianco.

20 commenti:

Roberto Romanese ha detto...

Ben più di mille anni e ben più di un significato:
http://it.wikipedia.org/wiki/Fiore_della_vita

Anonimo ha detto...

tra un po' vi arriva il "cagata pazzesca" sul post. Scommettiamo?

Anonimo ha detto...

bho, li toglieranno gli adesivi.

David ha detto...

Se questi rappresentano un simbolo caro ai popoli del territorio®, che solo per coincidenza è anche il simbolo poi adottato dal Movimento®, vuol dire che chiunque, se appartenente al territorio®, avrebbe potuto attacarli per dimostrare il proprio amore nei confronti, appunto, del territorio®.

Sento gli specchi grattare... Il simbolo sole delle alpi verde su sfondo bianco oggi è il simbolo delle lega, c'è poco da fare. Non ha senso dimostrare il mio amore per il territorio con simboli che hanno perso il loro significato originario. Quello che è successo nella scuola ad Adro è una triste provocazione, altrimenti che senso ha mettere quei simboli ora? Il simbolo si usa perché il suo significato è riconoscibile da tutti, ma oggi il sole delle alpi è diventato comunemente lo stemma della Lega Nord. Così come (perdonatemi gli esempi) la svastica nel mondo occidentale è ormai il simbolo nazista anche se si usava dalla preistoria. O il fascio littorio è simbolo del fascismo in Italia (all'estero no, ce l'hanno anche gli americani nei loro stemmi). I simboli devono essere riconoscibili, non generare confusione. Se andassi con falce e martello in ex unione sovietica sarebbe un grave affronto per le vittime della dittatura comunista, ma in Italia non è così. Non bisogna snaturare i simboli dal loro contesto sociale, storico e geografico.

Anonimo ha detto...

territorio® ...registrato anche il nome "territorio". Ormai non ci resta più niente ahahahahah

Anonimo ha detto...

tecnicamente il solde delle alpi di colore verde su fondo bianco all'interno di un cerchio è stato registrato dalla Lega. Quindi l'adesivo non ha scampo: è verde? è dentro un cerchio? fate voi.....

Anonimo ha detto...

voi ce l'avete con la Lega

Anonimo ha detto...

Quindi se ha un cerchio attorno è proprietà registrata della Lega. Se non ha il cerchio intorno è patrimonio dell'umanità. Ho capito bene? Detto questo, per quale ragione un gruppo politico registra un simbolo tradizionale? Forse tanto tradizionale non è dopotutto...

Anonimo ha detto...

tutta pubblicità gratuita per la lega

Anonimo ha detto...

ma come si fa a "dimostrare il proprio amore per il territorio" attaccando adesivi di un simbolo che neppure chi vota lega in paese riconosce come un simbolo che gli dica qualcosa. E' una composizione ornamentale usata nelle chiese perchè era facile da disegnare e festa finita. Non attaccate adesivi e festa finita. Sennò vado io e attacco due adesivi di Padre Pio sul cartello di Castions

Anonimo ha detto...

non farlo che poi arriva il post sui santi da venerare in paese. Per l'amor di dio

Alberto ha detto...

Voglia o no il sole delle alpi è il simbolo di un partito politico, per cui giusta la decisione di farlo togliere ai rappresentanti di tale partito, anche perché non tutti si identificano con la lega. Il discorso vale per tutti i partiti sia chiaro, ed è brutto che si cerchi di far passare propaganda politica per attaccamento al territorio

Anonimo ha detto...

e delle autoritaà che non fanno togliere quegli adesivi neppure dai cartelli dei paesi cosa diciamo?

Gratta e vinci ha detto...

c'era un post uscito tempo fa sul blog della maggioranza con le foto dei vari adesivi che sono appesi nei pali dei lampioni, nei cartelli e in altri posti pubblici. Sapete dov'è quel post? Inoltre, dopo aver fatto le foto, qualcuno si è premurato di far togliere gli adesivi o sono ancora lì? Se sono ancora lì, la prossima volta, invece della macchina fotografica, si portino via un raschietto, tanto togliere l'adesivo porta via lo stesso tempo di un click sulla Minolta!

Anonimo ha detto...

Anche il "Fronte Friulano" ha degli adesivi attaccati in giro però, almeno, sono nel retro dei cartelli stradali, non in fronte. Sempre deturpamento ma almeno sono dietro.

Anonimo ha detto...

aaaaah, la cagata pazzesca è arrivata! Finalmente! Un po' di "movimento" di corpo mancava.

Anonimo ha detto...

Gratta e vinci non sa quello che dice (o è in malafede) evidentemente non ha mai tolto adesivi da alcuna superficie e non scatta molte fotografie.
Altri enti hanno già cassato il problema proprio perché il costo è elevato ed il risultato, molto spesso, pregiudica il cartello senza contare che i marchiatori del territorio possono tornare ad agire la notte stessa vanificando la spesa.
Sarebbe meglio che gli innamorati del territorio si innamorino anche dei cartelli e facciano risparmiare qualche centinaio di euro alle amministrazioni (e quindi a tutti).

Anonimo ha detto...

non sono d'accordo, in principio è un segnale che le amministrazioni danno dicendo che non tollerano vandalismi, se non sui cartelli almeno dai pali della luce si possono togliere senza troppi problemi. Basta un rachietto di plastica dura o un pezzo di plexiglass appuntito. Non graffia e via! Che poi ci siano anonimi che rimettano gli adesivi pazienza. Se ci si arrende così allora tutti possono mettere quello che vogliono dove vogliono.

Anonimo ha detto...

cos'è un rachietto?

Anonimo ha detto...

raschietto

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune