lunedì 17 gennaio 2011

Morsano Number One: Clicktivismo senza limitismo. Morsano c'é!

Londra 17 gennaio 2011 "Clicktivists" sulla prima pagina dell'Evening Standard
Nel post precedente abbiamo spiegato cosa sia il "clicktivismo". Qui le immagini di quello che i nostri servizi secreti, in collaborazione con l'MI6 di James Bond, hanno recepito in quel di Londra nell'Evening Standard di questo pomeriggio (The Clicktivists - a new breed of protesters).

Dice il giornale (traduciamo per sommi capi): "Protestare con un ballo di massa fuori la banca d'Inghilterra non figurerebbe come un atto di disobbedienza civile se non fosse che venerdi scorso ad organizzarlo é stato un gruppo di attivisti sui social media per protestare contro i tagli del governo". Continua "questo tipo di proteste di massa mostra come l'attivismo si sia evoluto: l'evento era stato generato da discussioni tra gruppi di blogger, postato su Facebook e pubblicizzato via Twitter." Il risultato é stato che migliaia di persone, ad un'ora prefissata, si sono ritrovate di fronte alla banca a protestare, prendendo le autoritá di sorpresa ed ottenendo un notevole clamore mediatico. Esattamente quello che una campagna d'opinione mira ad ottenere.  
Clickattivismo é legato all'abbraciare cause via Facebook e sostenerle (like) con un click. Ora si sta assistendo all'evoluzione del fenomeno con attivitá che partono da un click ma poi anche richiamano la gente nelle strade o comunque, a fare qualcosa di concreto.

A Morsano non possiamo lamentarci e per una volta siamo al pari delle metropoli piú avanzate del mondo: abbiamo blog e blogger attivi su diversi fronti ma tutti aspirano ad una Morsano migliore, abbiamo un nutrito gruppo su Facebook che riceve informazioni su post ed eventi di interesse paesano e c'é pure Twitter che dispensa le news in tempo reale. La prossima sfida é di portare fuori dalle loro tane quelli che cliccano sui blog morsanici...
L'articolone che spiega cosa fanno i clicktivists a Londra
PS Interessante quello che racconta poi l'articolista: "I clicktivisti sono svegli, conoscono i vari media, hanno una gran familiaritá con le reti sociali, sono perfettamente consci dei limiti e degli alti e bassi di questi mezzi di comunicazione ma sanno anche come giostrarci attorno. Affrontano le questioni che gli stanno a cuore usando le reti sociali per veicolare l'attenzione di un pubblico generalmente scettico nei confronti dei canali tradizionali offerti dai movimenti politici".

Thanks for the nice summary Evening Standard!

1 commento:

Anonimo ha detto...

c'e' anche la parola "pamelivist" in inglese?

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune