giovedì 9 dicembre 2010

Numeri Utili: la FIAT (e la sua produttività in Italia)

In bar si discute spesso di FIAT, sindacati, produttività, Marchionne, John Elkan (a suo tempo compagno di studi di un morsanese) e via dicendo.

Dopo le parole di Marchionne intervistato da Fabio Fazio (“La Fiat potrebbe fare di più se tagliasse l'Italia”), per fare bella figura in osteria è sempre cosa buona e giusta sapere le cifre ed i numeri che contanto. Qui entra in gioco il pallottoriere morsanese con la rubrica "numeri utili".

Sulla FIAT, a dicembre 2010 il divario di produttività tra le varie fabbriche si esprime in questi termini (fonte The Economist - Fiat plays double or quits with Chrysler):
  • In Italia, 22.000 dipendenti dislocati in 5 impianti produttivi costruiscono circa 650.000 auto all'anno (ovvero 30 auto a dipendente all'anno)
  • In Brasile, 9.400 dipendenti producono 750.000 auto (ovvero 80 auto a dipendente all'anno)
  • In Polonia, 6.100 dipendenti producono 600.000 auto (ovvero 98 auto a dipendente all'anno)
  • Tra USA, Canada e Messico la Chrysler ha 50.000 dipendenti che producono circa 1.600.000 auto (ovvero 32 auto a dipendente all'anno)
Inoltre...
  • In generale il Gruppo FIAT ha 195,832  dipendenti e genera un fatturato di circa 50 miliardi di euro 
  • A Pomigliano d'Arco (Napoli), 5.000 dipendenti producono 30.000 Alfa Romeo all'anno
  • 1.400 dipendenti di Termini Imerese producono 50 auto a testa contro le 70 di Ticky (Polonia) e le 71 di Melfi
  • In Italia Marchionne punta a produrre 800.000 auto con gli stessi 22.000 dipendenti (contro le 650.000 prodotte oggi)
  • Dei 2 miliardi dell'utile operativo previsto per il 2010 dalla FIAT nulla arriva dall'Italia
  • Nella classifica per efficienza del lavoro, l'Italia è al 118° posto su 139 e al 48° per la competitività del sistema industriale
  • Marchionne ha anche detto che "qualsiasi debito verso lo Stato è stato ripagato in Italia, non voglio ricevere un grazie, ma non accetto che mi si dica che chiedo assistenza finanziaria"
  • L'ex parlamentare dei Comunisti Italiani, Diliberto, ha dichiarato al programma "La Zanzara" di Radio24, che il costo del lavoro incide solo sul 3% del costo totale di produzione di un'auto 
  • Alle ultime elezioni, a Melfi, su 5 mila dipendenti 3 mila (ovvero il 60%) risultavano presidenti di seggio, scrutatori, rappresentanti di lista (vedi articolo del Il Tempo).
  • La nomea della FIAT negli USA è tradizionalmente stata così negativa che tuttora è famosa la battuta... FIAT ovvero "Fix It Again Tony!" (aggiustala ancora Tony!)  
  • Nel 1995 Alfa Romeo uscì dagli USA dove, in quell'anno riuscì a vendere solo 400 auto
  • Entro il 2010 Marchionne aveva posto come obiettivo la vendita di 300.000 Alfa ma nel 2009 le vendite sono state solo 100.000 e si stima che le operazioni della Alfa abbiano perso nello stesso anno circa 575 milioni di dollari (Another chance for Alfa).  

1 commento:

Anonimo ha detto...

Mi dicono i miei collghi in India che i professionisti indiani fanno un solo figlio come noi occidentali per poter dedicarsi al lavoro di più. Lavorano fino a tardi la sera e lavorano tanto anche nei fine settimana. Nell'est europa stessa cosa: la gente è giovane e non esce dall'ufficio se non la sera tardi. Questi ci fanno le scarpe. Altrochè produttività italiana!

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune