mercoledì 2 marzo 2011

Spritz Nominations: il Toto-Nomine infiamma il Bar ma nessuno si Sbilancia

Confermati solo se il potere politico è saldo.
Il 4 Aprile prossimo scadranno i consigli di amministrazione dell'ENI, ENEL, Finmeccanica, Terna e Poste Italiane. 

In totale, stanno per scadere i mandati di ben 47 membri dei consigli di amministrazione più importanti dell'economia italiana.

Montezemolo ha dichiarato recentemente che l'economia italiana è un club con 30 membri i quali dialogano solo tra di loro servendosi a vicenda (Financial Times: Survival battle goes to heart of business).

Al di là delle battute, questi consigli di amministrazione scadono ogni tre anni e se non cambiano di molto è un segno che chi detiene il potere politico in quel momento è estremamente solido e saldamente in comando.

In base a questa regola d'oro, a Morsano si guarderà con attenzione cosa succederà nel toto-nomine: saranno confermati Scaroni (ENI), Guarguaglini (Finmeccanica) e Conti (ENEL)?

Nel frattempo, in osteria bocche cucite e nessuno si sbilancia.

6 commenti:

E la Lega? ha detto...

Interessante l'idea di usare le nomine come cartina di tornasole dello stato di salute del centro destra al governo. La Lega aveva chiesto il controllo delle banche del Nord attraverso il controllo delle fondazioni che hanno rappresentanti nominati dai sindaci delle città dove le casse di credito hanno sede. Quindi la politica arriva velocemente dentro le banche e influenza le scelte per fare felici quelli che hanno un mutuo o finanziare chi serve. Al momento il governo è tenuto su dalla Lega che secondo me baratterà il sostegno a certi consiglieri di grandi aziende graditi al premier in cambio di un sostegno per entrare nelle banche locali.

Anonimo ha detto...

bingo! esattamente quello che penso anch'io

Anonimo ha detto...

Quindi il 4 aprile il berlusca verifica se è ancora potente come lo era prima ed il 6 aprile risponde alla Bocassini.

Anonimo ha detto...

Dunque il baratto del potere dovrebbe essere che a livello nazionale le nomine vanno al PDL mentre a livello locale (fondazioni delle banche) vanno alla Lega. Se le cose stanno così come si fa a determinare se Berlusconi ha in mano le redini del potere? Intendo dire, se i congislieri a livello nazionali sono riconfermati perchè il premier è forte rispetto alle cariche riconfermate per un baratto con la Lega, come faccio a saperlo? Bisognerebbe avere una lista di tutte le nomine locali in ballo. Direi che la teoria espressa nel post è indimostrabile.

Anonimo ha detto...

... a meno che le nomine nazionali cambino

Anonimo ha detto...

chiedete a Montezemolo i nomi degli altri 29...

Post più popolari di sempre

Post Più Popolari negli Ultimi 30 giorni

Post più popolari questa settimana

Seguici via email

Debito Pubblico

Spread BTP-BUND

Prezzo dell'Oro

Statistiche del Comune